Notizie

Bookmark and Share

"Via dal Veneto per salvare la montagna bellunese"
Il grido lanciato dal movimento Bard, Belluno Autonoma Regione Dolomiti

"Via dal Veneto per salvare la montagna bellunese"
 | «L'unica soluzione per la nostra terra è andarcene dalla governance di pianura per entrare in una Regione alpina». In tre parole: via dal Veneto. Questo il grido lanciato dal Bard, movimento per l'autonomia che si è presentato l'altro giorno nel feltrino nella serata in Birreria Pedavena, svelando i dati (allarmanti) del rapporto socioeconomico e affrontando davanti a una trentina di presenti la questione sempre più critica della provincia che con un tasso negativo di crescita rischia di farci diventare terra di nessuno.

Moreno Broccon, esponente di spicco del movimento, non vede mezze misure: «La situazione è ad un punto di rottura. Con questi numeri (solo per ricordare i più significativi: meno 789 residenti totali nel 2011, che precipitano a meno 1.155 escludendo gli immigrati e i loro figli), la struttura sociale della provincia non sta in piedi», attacca.

«Serve una legislazione diversa da quella della pianura per tenere la gente qui. Chiediamo che Belluno abbia una governance omogenea in area alpina e faccia parte della Regione delle Dolomiti. E ai parlamentari chiediamo di aiutarci ad andare nell'unica direzione che ci permetterebbe di vivere ancora in montagna. Se non riusciamo a salvare tutti, è giusto che i singoli Comuni si pongano il problema e se necessario vadano al referendum», aggiunge Broccon. «Sabato 10 saremo a Trento a manifestare per la loro autonomia e gli chiederemo di appoggiarci».

Invitato a esprimersi su un argomento così sentito, il presidente delle autonomie locali del Trentino e sindaco di Transacqua Marino Simoni lo dice chiaramente: la posizione dei vicini oltre confine è di sostegno a un'autonomia per il bellunese più che di annessione.

«Noi una mano la diamo in un percorso che auspico essere di autonomia per il bellunese», dice Simoni. «Non sarà facile, perché il fermento di popolo deve essere affiancato strutturalmente dalle istituzioni e il commissariamento della Provincia non aiuta», evidenzia. «Si parla di capacità di tenuta delle economie di queste terre contro lo spopolamento e per questo serve una politica unitaria della montagna, che ci vede portatori di interessi e debolezze comuni».

Il solo rimedio possibile a un male antico è mettere gente di montagna a capo del territorio bellunese colpito a morte dallo spopolamento tra l'indifferenza di chi sta sdraiato sul comodo letto a meno di 500 metri di altitudine, vedendo le vette come sfondo del paesaggio. Né è convinto sempre di più anche Guido Trento, ex consigliere regionale che dopo essere stato a fianco dei referendari ora sostiene a spada tratta il Bard: «Abbiamo paesi che si svuotano e stando con la pianura siamo destinati a soccombere», tuona. «Serve una governance di chi vive la montagna. O la popolazione si ribella in modo forte, oppure non c'è spazio per i paesi alpini. Serve una protesta dura, determinata per andare fino in fondo alla questione, altrimenti a noi resta solo l'amaro in bocca.

Spero che la provincia si riconosca interamente in questo movimento e a livello personale farò quello che posso, con tutte le mie forze, per la battaglia verso l'autonomia».


(Raffaele Scottini - Corriere delle Alpi) - Immagine dal sito del movimento Bard.





Eventi

Webcam

Webcam Altopiano di Asiago 7 Comuni

Centri fondo

I centri fondo di Asiago 7 Comuni

Comprensori sciistici

I comprensori sciistici di Asiago 7 Comuni

Le malghe
Alpeggi e pascoli
Le malghe nell'altopiano di Asiago 7 Comuni

Raccolta funghi
Specie e normative
I funghi, i permessi di raccolta, e la normativa nell'altopiano di Asiago 7 Comuni

Racconti storici
di Giancarlo Bortoli
Giancarlo Bortoli

La Rogazione
Il giro del mondo
La Grande Rogazione

Asiago7Comuni TV






Seguici su YouTube

Seguici su Twitter


L'altopiano di Asiago 7 Comuni: Asiago, Canove, Camporovere, Cesuna, Conco, Enego, Foza, Gallio, Lusiana, Mezzaselva, Roana, Rotzo, Sasso, Stoccareddo, Tresché Conca
LE ATTIVITÀ COMMERCIALI E I SERVIZI PER TURISTI E RESIDENTI IN COLLABORAZIONE CON

Asiago Dove