Notizie

Bookmark and Share

Via libera allo Statuto regionale del Veneto
La specificità della Montagna Bellunese è ora riconosciuta ufficialmente

Via libera allo Statuto regionale del Veneto
 | Era un passaggio formale, ma passa ugualmente alla storia. Con il via libera allo Statuto regionale, la specificità bellunese è legge a tutti gli effetti per la gioia dei consiglieri regionali di Belluno.

«Chiusa una fase, se ne deve riaprire subito un’altra caratterizzata dalla concretezza e dalla piena operatività. Se questo non accade sarà un fallimento». A dirlo è Dario Bond, capogruppo del Pdl in consiglio regionale.

«Questa nuova fase dovrà essere caratterizzata da iniziative legislative flessibili e snelle, ma soprattutto da un nuovo approccio da parte della burocrazia, improntato a una maggiore elasticità applicativa e interpretativa».

Dal canto suo, Bond rivela di aver già chiesto al presidente della Commissione Statuto Carlo Alberto Tesserin, di accelerare la ridefinizione della governance del territorio: «Dovremo occuparci del ruolo delle Province e degli enti intermedi in generale. Un'altra questione riguarda l'operatività dell'articolo 15 nella parte dedicata alla specificità della Provincia di Belluno. Insomma, c'è ancora da lavorare».

«È un momento storico per il Veneto, per la montagna e per la provincia di Belluno in particolare», dice il vicepresidente del Consiglio regionale Matteo Toscani. I 65 articoli entrano in vigore oggi,: «Si tratta di un passaggio atteso da dodici anni e da tre legislature; finalmente siamo riusciti ad arrivare alla fine di un percorso lungo e accidentato, segnato purtroppo da ripetuti fallimenti. C’è dunque la soddisfazione di aver contribuito a scrivere una pagina storica per la nostra Regione».

Il vicepresidente sottolinea poi le opportunità che la nuova “Carta costituzionale regionale” offre al territorio bellunese, grazie al riconoscimento della sua specificità. «La Regione sarà in grado di fornire gli strumenti legislativi utili al territorio proporzionalmente a quanto il territorio sarà capace di avanzare proposte in modo univoco. Sarebbe stupido dividerci e sprecare tempo ed energie rincorrendo impossibili cambi di regione, perdendo di vista gli obiettivi concreti che si possono raggiungere grazie alle opportunità previste nel nuovo Statuto».

(Corriere delle Alpi)





Eventi

Webcam

Webcam Altopiano di Asiago 7 Comuni

Centri fondo

I centri fondo di Asiago 7 Comuni

Comprensori sciistici

I comprensori sciistici di Asiago 7 Comuni

Le malghe
Alpeggi e pascoli
Le malghe nell'altopiano di Asiago 7 Comuni

Raccolta funghi
Specie e normative
I funghi, i permessi di raccolta, e la normativa nell'altopiano di Asiago 7 Comuni

Racconti storici
di Giancarlo Bortoli
Giancarlo Bortoli

La Rogazione
Il giro del mondo
La Grande Rogazione

Asiago7Comuni TV






Seguici su YouTube

Seguici su Twitter


L'altopiano di Asiago 7 Comuni: Asiago, Canove, Camporovere, Cesuna, Conco, Enego, Foza, Gallio, Lusiana, Mezzaselva, Roana, Rotzo, Sasso, Stoccareddo, Tresché Conca
LE ATTIVITÀ COMMERCIALI E I SERVIZI PER TURISTI E RESIDENTI IN COLLABORAZIONE CON

Asiago Dove